Idee e consigli per arredare la cameretta dei bambini

Arredare la cameretta di un bambino è un’attività molto più seria e impegnativa di quel che si possa credere, che non va presa alla leggera. È sufficiente riflettere sul fatto che quell’ambiente sarà il luogo in cui il bimbo crescerà, studierà, giocherà, svilupperà le proprie passioni, per rendersi conto di quanto sia importante. A maggior ragione, poi, se la cameretta è condivisa da due o più fratellini: ognuno di loro, infatti, dovrà poter godere di un proprio spazio personale; anche se è importante far comprendere loro come la maggior parte della stanza dovrà essere considerato spazio comune da condividere e in cui passare tempo insieme.

In questo articolo rifletteremo su come arredare la cameretta dei bambini dai 6-7 anni in su; è indubbio, infatti, che i bimbi di età inferiore abbiano necessità diverse, sia in termini di arredamento (culle, box, lettini con sponde), che in termini di spazio.

Cameretta

Come arredare la cameretta.

Quando si arreda la cameretta di uno o più bambini è necessario tenere a mente alcune parole chiave, che dovranno guidare ogni scelta, vediamole:

  • Sicurezza. È la prima e più importante linea guida da seguire. Non si sacrifichi mai, neanche in minima parte, la sicurezza del bambino, a vantaggio di altri fattori, siano essi funzionali o estetici;
  • Funzionalità. La camera da letto del bimbo deve essere concepita in modo che possa soddisfare le sue esigenze nel corso del tempo. E si consideri sia in virtù della crescita fisica del bimbo (in altezza, in peso), che del cambio di interessi e passioni, che di necessità;
  • Spazio. È fondamentale organizzare lo spazio della cameretta in modo che sia sufficiente sia per il gioco, che il riposo, lo studio e le nuove passioni che lo interesseranno;
  • Fantasia. Stiamo sempre e comunque parlando della cameretta di un bimbo o di una bimba! Non dimenticatevene mai e lasciate spazio alla fantasia, ai colori, all’immaginazione e di nuovo alla fantasia.

Messa in sicurezza della cameretta.

Come detto, in primo luogo nella scelta degli arredi ci si dovrà premurare che ogni elemento sia sicuro. Premesso che non potremo evitare cadute o lividi vari che i bambini sovente di procurano giocando, si dovrà quantomeno evitare elementi che siano pericolosi per la loro salute, come spigoli vivi, soprammobili a rischio caduta, ingombri che li possano far inciampare e materiali alla loro portata, ad esempio vetro e metalli vari, con i quali potrebbero farsi male.

Un’idea per “tamponare” alcuni infortuni tipici è quella di disporre un ampio e morbido tappeto sul quale i bambini possano giocare in tutta sicurezza. Attenzione, come detto, che lo stesso non aumenti però il rischio di cadute e inciampi.

Cameretta

Funzionalità e gestione degli spazi.

Volenti o nolenti, i bambini cresceranno, in molti casi più velocemente di quello che ci si aspetta. E con la crescita cambieranno le loro esigenze e le loro necessità. Per questo è importantissimo, nel momento in cui si arreda una cameretta, fare scelte “a lungo termine”.

Solo per fare qualche esempio: scegliamo un letto che possa essere confortevole per tanti anni, considerando la crescita sia in altezza, che in peso del bambino; a tal proposito, se si ha intenzione di avere un secondo figlio (o lo si ha già), una soluzione tipica è il letto a castello: sarà fonte di fantasiosi giochi, ma soprattutto libererà molto spazio all’interno della stanza. Prevediamo anche uno spazio per lo studio, scegliendo un’ampia scrivania e disponendola in modo che sia ben illuminata.

Anche la gestione dello spazio libero gioca un ruolo fondamentale all’interno di una cameretta che vuole essere, prima di tutto, confortevole per i bambini. Perché certamente gli elementi funzionali, come il letto, la scrivania, il guardaroba, sono necessari, ma è importantissimo lasciare il giusto spazio alle passioni dei bimbi.

In primo luogo si dovrà prevedere uno spazio-gioco, in cui il bambino possa vivere le proprie fantasie e le proprie avventure senza limitazioni e in totale sicurezza. Al tempo stesso si vigili su quali siano i suoi interessi, per assecondare le nuove passioni che sviluppa; ma anche per “ri-arredare” lo spazio in modo che si conformi meglio alle sue nuove inclinazioni. Affinché tale spazio sia sempre a disposizione, sarà utile predisporre casse, cassetti e cassettoni in cui il bambino, in prima persona, possa riporre i propri giochi e i propri oggetti, una volta finito di usarli. In questo modo avrà sempre il suo spazio libero e imparerà l’importanza dell’ordine.

Cameretta

Largo alla fantasia.

Le camerette dei più piccoli devono essere sì funzionali e sicure, ma anche e soprattutto accoglienti, confortevoli e colorate. La fantasia dei bambini deve essere assecondata! E non c’è modo migliore che “tappezzando” la camera di colori, di fantasie con soggetti vari, compresi gli eroi del periodo. A tal proposito si prestano perfettamente a questo scopo tutti i vari tessili, come tende, coperte, lenzuola, tappeti.

Per quanto riguarda i colori, è buona norma scegliere arredi dai toni allegri; ma anche le pareti possono staccarsi dal bianco classico (che va comunque sempre bene) e dalla dicotomia maschio-azzurro e femmina-rosa. Un’idea vincente, in questo senso, potrebbe essere l’applicazione di carte da parati fantasiose. Il consiglio è di rimanere però sempre su tinte pastello, non troppo vivaci, per evitare eccessive stimolazioni, sia nel momento del gioco, che in quello del riposo. Colori troppo accesi o scuri, infatti, possono provocare un effetto spiacevole, generando situazioni di ansia e stress.

Chiedere consiglio ai più piccoli.

Buona norma, nel momento della selezione degli arredi, può essere quella di farsi accompagnare dai bambini nei negozi specializzati. Se, giocoforza, la scelta finale spetterà agli adulti, coinvolgere i propri figli nel processo decisionale non può che giovare sia al rapporto con i più piccoli, sia in quello che loro avranno con la propria cameretta.